Quadro gorilla

Lunedì, 19 Febbraio, 2018

t

Il gorilla orientale: il più grande primate esistente è a rischio di estinzione.

Il gorilla orientale vive soprattutto nelle foreste pluviali della Repubblica Democratica del Congo, dell’Uganda e del Ruanda. Esistono due sottospecie: il gorilla di montagna, di cui resterebbero circa 800 esemplari, e il gorilla Grauer, di cui esistono circa 3800 esemplari.

La più grave minaccia per questi bellissimi animali sono i bracconieri a caccia della loro carne. Il commercio di “bushmeat” (carne di animali selvatici), che oggi avviene in tutta l’Africa occidentale e centrale, è la più grave minaccia per questi esemplari: la carne di gorilla, di scimpanzé, di antilope e di molti altri animali è infatti un cibo ricercato nei mercati clandestini di molti paesi, e viene venduto a prezzi da capogiro.

A questo si aggiunge la deforestazione selvaggia che ogni anno distrugge nel bacino del Congo ben 700.000 ettari di foresta. La popolazione di questi esemplari negli ultimi anni è stata decimata del 75% e oggi sopravvive solo in due aree tra il Parco Nazionale del Bwindi e il Parco Nazionale del Virunga, dichiarate dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità, ma secondo le Nazioni potrebbe sparire entro 10 anni. 

Un’altra grave minaccia sono le perforazioni petrolifere che minacciano il Parco Nazionale del Virunga, l'area situata tra Congo, Uganda e Ruanda, dove essi vivono: alcune grandi industrie del petrolio infatti hanno già acquistato concessioni per l’esplorazione petrolifera in circa l’85% del Parco del Virunga. 

Nella foto: quadro iperrealista del gorilla orientale realizzato da Tisha ( Tiziana Sanna )